sabato 30 aprile 2016

Migranti, naufragio al largo Libia: si temono settanta dispersi

Migranti, naufragio al largo Libia: si temono settanta dispersi

Un mercantile italiano ha soccorso un gommone semiaffondato, salvando 26 persone. La guardia costiera allertata da una chiamata muta giunta in mattinata da un telefono satellitare localizzato più tardi quattro miglia al largo di Sabrata

Leggi l'articolo completo.

Inviato dall'app di Repubblica.it: scaricala gratis da App Store o da Google Play.


Inviato da iPhone di Agostino Sella 

giovedì 28 aprile 2016

Continua la battaglia per le variazioni degli enti territoriali in Sicilia da parte dei comitati per i liberi consorzi

I rappresentanti dei liberi consorzi e i sindaci dei comuni coinvolti presenti in commissione Affari Istituzionali per continuare la battaglia per le variazioni degli enti territoriali in Sicilia. Inoltriamo integralmente il comunicato stampa del portavoce del Comitato Pro Referendum di Piazza Armerina, Salvatore Murella. 

"Si è svolta a Palermo, presso il palazzo dei Normanni, l’audizione in I Commissione Affari Istituzionali, chiesta dai Comitati CSAG, Pro Referendum, Liberi Consorzi e Consulta, alla presenza dei Sindaci di Gela, Niscemi, Piazza Armerina e Licodia Eubea, nonché dell’ass. reg. delle Autonomie Locali. Sono state discusse le variazioni territoriali degli enti intermedi siciliani conseguenti alle delibere dei comuni di Gela, P. Armerina, Niscemi e Licodia Eubea adottate ai sensi  delle leggi regionali 8/2014 e 15/2015.
Il primo intervento è stato quello del Sindaco di Niscemi, Francesco La Rosa, che ha invitato la Commissione ad esitare in fretta il DDL, nel rispetto delle scelte effettuate dai Consigli Comunali e dalle popolazioni mediante i referendum del 2014.

domenica 24 aprile 2016

Pietraperzia, intimidazione al sindaco: incendiato il portone della sua casa

Pietraperzia, intimidazione al sindaco: incendiato il portone della sua casa

A dare l'allarme sono stati i vicini. Nei mesi scorsi qualcuno aveva sparato all'auto del maresciallo dei carabinieri. Il primo cittadino: "C'è un assoluto bisogno che la gente prenda le distanze dalla criminalità e dal malaffare"

Leggi l'articolo completo.

Inviato dall'app di Repubblica.it: scaricala gratis da App Store o da Google Play.




Inviato da iPhone di Agostino Sella 

sabato 23 aprile 2016

I giovani democratici guidato da Matteo Libertino incontrano Miroddi

Venerdì 22 Aprile una rappresentanza dei Giovani Democratici di Piazza Armerina ha incontrato il primo cittadino nella sala delle luci per presentare alcune iniziative che vorrebbero realizzare nella nostra città. L'incontro è stato promosso dal segretario cittadino dei GD Matteo Libertino ed è stato accolto favorevolmente dal sindaco Dott. Filippo Miroddi. Nell'incontro, al quale erano presenti anche l'assessore Valentina Nicotra, l'assessore Giancarlo Giordani ed il vice sindaco Mattia, sono state sviscerate molte problematiche e diverse sono state le proposte avanzate dal gruppo giovanile. L'incontro è stato principalmente incentrato sulla possibile realizzazione di una sala studio, che possa essere utilizzata da tutti gli studenti armerini. Tale richiesta nasce dai numerosi dati raccolti durante una campagna di sondaggio svolta dai GD, dove è  emerso che l'86 % degli studenti di Piazza Armerina accoglierebbe con grandissimo entusiasmo un luogo di studio e di incontro. Durante il dibattito sono emersi altri interessanti progetti presentati dal gruppo giovanile come la realizzazione di un'area sgambamento cani, dove poter far correre e giocare i nostri amici a quattro zampe, nel totale rispetto delle regole e della sicurezza; progetto accolto con molto entusiasmo dall'amministrazione tutta. Non poteva non essere affrontato il tema del randagismo, tema sempre molto scottante nella nostra città, che, inevitabilmente, crea disagi nel servizio di raccolta differenziata porta a porta. Non poteva assolutamente mancare il tema del turismo, volano economico piazzese, dove si è parlato di progettazioni future e di alcune problematiche relative al nostro sito UNESCO, la Villa Romana del Casale. Si è anche parlato della possibilità di riutilizzo dell'area ex Siace, utile per svolgere manifestazioni e permettere eventualmente il ritorno della fiera del bestiame, evento che potrebbe risvegliare il turismo in città. I Giovani Democratici hanno dato la loro piena disponibilità ad essere parte fattiva nella realizzazione di alcuni eventi che potrebbero entrare a fare parte della programmazione dell'estate armerina, fondamentale per l'economia locale e stimolo per il turista che vuole passare le proprie vacanze nella nostra cittadina. L'incontro si è concluso con una mappa di progettualità e con la calendarizzazione di ulteriori incontri per constatare l'effettiva realizzazione degli stessi.

venerdì 22 aprile 2016

Veloce come il Vento – Prima adrenalinica clip con un irriconoscibile Stefano Accorsi

 

Presentazione del libro della scrittrice Lidia Sella alle 17.00 alla Giò Social House

Nell'ambito della Festa della lettura e del libro, promossa dal 2009 dal Club per l'Unesco di Enna, il prossimo venerdì 22 Aprile alle h. 17 sarà ospite di Giò Social House la giornalista e scrittrice milanese Lidia Sella per la presentazione in anteprima nazionale del suo ultimo libro "Strano virus il pensiero". Interverrà l'autrice Lidia Sella, presentata da Concetta Oliveri e Agata Caruso Mulè. L'evento è organizzato dal Club per l'Unesco di Enna in collaborazione col Comitato Promotore per l'Unesco di Piazza Armerina e con Giò Social House. Siete tutti invitati!

giovedì 21 aprile 2016

Corteo del 25 aprile a Piazza Armerina

Il Comitato Provinciale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia con il Comune di Piazza Armerina promuove e invita tutte e tutti a partecipare alla manifestazione per festeggiare la Liberazione dal nazi-fascismo e commemorare i partigiani morti durante la Resistenza.

Il Corteo partirà alle ore 10,00 da Piazza Garibaldi, si fermerà al Piano Villari (ex Piano Duilio) dove interverranno i rappresentati istituzionali del Comune e dell’ANPI e si concluderà sotto la lapide del patriota piazzese Salvatore Principato, ucciso in Piazzale Loreto a Milano il 10 agosto 1944.  
Il 25 aprile cade quest'anno in un complesso di vicende europee che riporta l'orologio della storia in un tempo dove la civiltà e le pratiche democratiche erano pesantemente oscurate. Una profonda crisi economica da cui si riesce con difficoltà a vedere una via d'uscita, il proliferare di movimenti di chiara marca neonazista e neofascista che arrivano fin dentro i governi, e il panorama drammatico di decine di migliaia di immigrati in fuga da guerre e disperazione che ricevono come risposta dalla politica e dalle istituzioni quasi esclusivamente muri e abbandono, devono far riflettere tutti sull'inquietante e gravissima china che sta prendendo il vivere civile. Non è questa la società che sognavano i combattenti per la libertà. Non è questo il futuro cui aspiravano, deprivato di coscienza, senso di responsabilità, solidarietà.
Quest’anno l’ANPI vuole rimettere al centro dei ragionamenti e dei comportamenti politici e sociali preziosi e decisivi “comandamenti”: antifascismo, Resistenza e Costituzione. Una Festa che ricordi con forza i 70 anni della Repubblica e del voto alle donne, i primi importantissimi passi della rinascita democratica del Paese.

Davanti all’attacco dei principi costituzionali l’ANPI si schiera per la difesa e il rilancio della Costituzione Repubblicana e Antifascista.

Un altro decisivo passo avanti per l’adesione di Piazza Armerina alla Città Metropolitana di Catania

Sono stati inviati in prima commissione ARS i disegni di legge per le variazioni territoriali delle Città Metropolitane e dei Liberi Consorzi Siciliani. Grande la gioia di Salvatore Murella, Portavoce Comitato Pro Referndum di Piazza Armerina: "E' quasi fatta!!! Possiamo iniziare a programmare la grande festa a Piazza Armerina". 

Ecco il comunicato stampa diffuso dai comitati: 

"La I Commissione ARS provvederà alla preparazione dei DDL per l’esame d’Aula, probabilmente fondendo i 4 DDL in un unico DDL contenente le variazioni dei 4 comuni, quindi, dei Liberi Consorzi di Caltanissetta, Enna, Ragusa e della Città Metropolitana di Catania.  

Continua inarrestabile l’iter che porterà, dopo 90 anni, al cambiamento dei confini dell’ente intermedio siciliano.  Manca poco, il passaggio per la votazione all’ARS ed il DDL diventerà Legge, per tutti.

Oramai per tutti si inizia a pensare al futuro nel nuovo ente, Gela, Piazza Armerina e Niscemi, unite ancor di più da questa grande iniziativa, avranno l’opportunità di un futuro migliore, da protagonisti, in una area che ha le condizioni per una crescita economica stabile e duratura.

Presto i comitati ufficiali, unitamente alle amministrazioni dei centri coinvolti nell’iniziativa ed ai cittadini di questa area, vera novità nell’ambito nazionale, per tenacia ed unità d’intenti, potranno finalmente concedersi un giorno di festa, per il successo di un lungo e faticoso lavoro.". 

mercoledì 20 aprile 2016

L'attività di orientamento e le lezioni di geografia dell'Associazione Don Bosco 2000

Un video sull'attività di orientamento e le lezioni di geografia dell'Associazione Don Bosco 2000 nello SPRAR di Piazza Armerina. Un momento in cui i migranti partecipano attivamente alle attività del progetto.

L'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati a Catania

Don Bosco Island: ecco cosa succede alla Colonia don Bosco di Viale Kennedy 55 a Catania ne centro di primissima accoglienza per Minori Stranieri non accompagnati.

Il laboratorio di teatro per i migranti organizzato dall'associazione Don Bosco 2000

Al via il laboratorio di teatro per i migranti organizzato dall'associazione Don Bosco 2000 nel progetto SPRAR di Piazza Armerina in convenzione con la Cooperativa Aquarius e l'esperta di arti teatrali Silvia Russo

giovedì 14 aprile 2016

Il programma della festa del libro UNESCO a Piazza Armerina


Ecco il programma della festa del libro UNESCO che a Piazza Armerina prevede anche la presentazione del libro "STRANO VIRUS IL PENSIERO" della scrittrice Lidia Sella. Venerdì 22 aprile alle 17 preso la Giò Social House, il libro verrà presentato dalla prof.ssa Concetta Oliveri del Liceo Cascino e dalla prof. Agata Caruso Mule (presidente Fidapa Piazza). Sarà presente anche l'autrice, un membro dell'Unesco Enna e uno del comitato promotore Unesco Piazza Armerina. 













mercoledì 13 aprile 2016

Polemiche per il futuro del polo archeologico e museale di Gela

Il Comitato per lo Sviluppo dell'Area Gelese (CSAG) ha diffuso il seguente comunicato relativo al polo archeologico e museale di Gela:

 IL POLO MUSEALE NON È NISSENO, MA DI CHI HA PIÙ BENI! Certo se a parlare è un cittadino l’ignoranza la si può capire, ma se sono 18 sindaci… 18 sindaci della ex provincia di Caltanissetta contestano la rimodulazione dei poli museali sicilia, nella fattispecie, quello di Gela. La contestazione nasce per “la distanza tra Gela e i comuni dell’entroterra” e perché “Gela ha già fatto una scelta di campo nel riordino delle province”. Bisogna, in tutto questo marasma, fare subito delle precisazioni, il polo dagli uffici della regione è così definito: “ Servizio POLO REGIONALE DI GELA E CALTANISSETTA E PER I SITI CULTURALI. PARCO ARCHEOLOGICO DI GELA e Museo Archeologico.” Quindi il polo non è per nulla nisseno. Detto questo, bisogna ulteriormente specificare. I parchi archeologici siciliani importanti, hanno tutti la loro autonomia, vedasi Segesta, Selinunte o Piazza Armerina che ha la nostra stessa condizione in termini di rimodulazione dei beni culturali. In questo caso, tolta Gela e vista la mancanza di siti di rilievo regionale nel nisseno, il Museo interdisciplinare di Caltanissetta è aggregato a Gela. Purtroppo non è colpa dei gelesi se gli antichi greci hanno lasciato a Gela testimonianze oltre 18 volte maggiori rispetto a qualsiasi altro sito dell’area, vasellame, monete (Gela coniava anche monete), arule, navi, acropoli, bagni greci, mura di cinta, ecc. Il fatto che qui vissero Eschilo, Euclide, Archestrato, Gelone, Ippocrate, Ierone, e che ne hanno parlato, di Gela, Cicerone, Plinio, Tucidide, è il segno dell’importanza che rivestiva in quel periodo. Ovviamente non sono cose belle sentire, ovviamente dette dai gelesi sarebbero state bollate come “campanilismo”. Purtroppo Gela e Niscemi sono state estrema periferia fino ad oggi, e tra i 18, nessuno se ne è accorto, oggi riscoprono la perifericità. Pazienza. Una cosa però non convince, perché iniziare a discutere dai poli museali e non dall’ASP, che negli anni ha creato ½ ospedale e 21 periferie? Oppure degli ATO, magari quello Idrico, che insieme ad Enna fa pagare le bollette più salate della Sicilia. Oppure l’ATO Ambiente, quanti comuni vogliono lasciare l’ATO Ambiente di Gela per afferire a quello nisseno? Probabilmente non è economicamente vantaggioso e non lo farà nessuno. Potremmo parlare ancora di INPS, Agenzia delle Entrate, Riscossione Sicilia, ecc. ma ormai non è più il caso, è passato, mentre Gela, unitamente a Niscemi e Piazza Armerina deve guardare al futuro, a nuove e vere collaborazioni con i centri del catanese. Non abbiamo nulla contro nessuno, semplicemente ognuno valorizzi le proprie risorse, e si ricerchi i giusti servizi in base a popolazione residente e specificità territoriali. Tutto il resto è sopraffazione e campanilismo. Filippo Franzone Coordinatore CSAG

La formazione nello SPRAR: i corsi dell'Associazione Don Bosco 2000 sulla sicurezza nel posto di lavoro

L'ente di formazione LOGOS ha intrapreso corsi sulla sicurezza sul posto di lavoro destinati ai migranti accolti negli SPRAR di Piazza Armerina ed Aidone. GUARDA IL VIDEO

martedì 12 aprile 2016

I lavoratori della casa di riposo SAN GIUSEPPE a Piazza Armerina

Continua la protesta dei lavoratori della casa di riposo S. Giuseppe a Piazza Armerina, in attesa del pagamento degli stipendi arretrati. I lavoratori sono in sciopero della fame da ben 12 giorni. Guarda il videoservizio!!!

lunedì 11 aprile 2016

La Giò Social House partecipa all'evento CinemaDays 2016

Nei giorni 11, 12 e 14 aprile, il biglietto del cinema costa solo €3 perchè la Giò Social House partecipa all'evento nazionale CinemaDays 2016. 
I film in programmazione sono BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE alle 18.00 e UN PAESE QUASI PERFETTO alle 21.00. 
Giò Social House
Via Garibaldi 63
Piazza Armerina (EN)
Info: 0935 680410 e 3409353936

venerdì 8 aprile 2016

Rai, monsignor Galantino: "Riina? Io mai a Porta a porta. No a giornalisti inginocchiati"

Rai, monsignor Galantino: "Riina? Io mai a Porta a porta. No a giornalisti inginocchiati"

Roberto Fico (M5s), presidente della commissione di Vigilanza della Rai: "Bestemmia pensare a una puntata riparatoria". Bindi: "Inaccettabili minacce mafiose da servizio pubblico"

Leggi l'articolo completo.

Inviato dall'app di Repubblica.it: scaricala gratis da App Store o da Google Play.




Inviato da iPhone di Agostino Sella 

Sinodo, la decisione di Papa Francesco: comunione possibile per i divorziati risposati

Sinodo, la decisione di Papa Francesco: comunione possibile per i divorziati risposati

Pubblicata l'esortazione 'Amoris Laetitia' che tira le somme del dibattito della Chiesa sulla famiglia. Bergoglio invita a valutare caso per caso e chiede "autocritica" per le rigidità del passato. Sottolinea che non è più peccato mortale vivere situazioni "irregolari". Ribadito il no agli anticoncezionali: "Ma il sesso è un dono per gli sposi, non un male permesso"

Leggi l'articolo completo.

Inviato dall'app di Repubblica.it: scaricala gratis da App Store o da Google Play.




Inviato da iPhone di Agostino Sella 

giovedì 7 aprile 2016

Ultimo atto per il passaggio di Piazza Armerina nella città metropolitana di Catania

Deliberato dalla Giunta Crocetta il DDL con le variazioni territoriali: Piazza Armerina passa nella città metropolitana di Catania

Il 6 aprile la giunta regionale riunita a Palazzo d'Orleans ha approvato il ddl relativo alle variazioni territoriali dei comuni di Gela, Piazza Armerina e Niscemi che passano dalla provincia di Caltanissetta e dalla provincia di Enna alla città metropolitana di Catania; approvata la variazione territoriale anche per il comune di Licodia Eubea che passa alla città metropolitana di Ragusa.
"Oggi è un'importante giornata, un’altra data memorabile da appuntare nella storia di queste quattro comunità -  dichiarano Salvatore Murella e Filippo Franzone, rappresentanti dei comitati di Piazza Armerina e Gela - Il traguardo è quasi raggiunto, ora manca la ratifica dell’Assemblea Regionale Siciliana e la successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale Regione Siciliana. I cittadini di queste comunità, che negli anni hanno svolto un ruolo attivo per questa iniziativa, possono godersi un po' questo nuovo e, penultimo, passaggio, in attesa dell'atto finale legislativo e dopo, si potrà finalmente festeggiare appieno".

Una settimana di doppia programmazione al cinema

La programmazione della Giò Social House da giovedì 7 a martedì 12 aprile


Alle 18.00 BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE in 2D
Alle 21.00 UN PAESE QUASI PERFETTO, la nuova commedia con Fabio Volo, Silvio Orlando e Miriam Leone
Giò Social House (ex cinema Plutia)
Via Garibaldi 63
Piazza Armerina (EN)
Info e prenotazioni: 0935 680410 e 3409353936
Mercoledì chiusura settimanale

mercoledì 6 aprile 2016

Evento di presentazione del Decreto di Entella A2 ad Enna: un messaggio di pace di oltre 2000 anni fa

“UNA STORIA ANTICA DI SOLIDARIETÀ E ACCOGLIENZA: IL DECRETO DI ENTELLA A2 PER GLI ENNESI”


Ad una società sempre più multietnica, fortemente disorientata da guerre fratricide e attacchi terroristici e divisa tra gare di solidarietà e xenofobia, può capitare che sia il mondo antico, a distanza di parecchi secoli, a dare una bella lezione di unione e amicizia tra genti di stirpe e cultura diverse. È con questa profonda convinzione che Maurizio Di Pietro e Sergio Gioacchino Parrino, Sindaci di Enna e Contessa Entellina, il prossimo 8 Aprile alle ore 16.30 presso la Sala Cerere di Palazzo Chiaramonte ad Enna rinnoveranno un patto di alleanza di oltre duemiladuecento anni fa in occasione della manifestazione dal titolo “Una storia antica di solidarietà e accoglienza: il Decreto di Entella A2 per gli Ennesi”. L’evento, promosso dalle due amministrazioni comunali e dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Enna in stretta collaborazione con il Laboratorio di Scienze dell’Antichità della Scuola Normale Superiore di Pisa diretto da Andrea Giardina, Professore Ordinario di Storia Romana e Vice-direttore della Normale, intende ricordare uno tra i più interessanti documenti epigrafici in lingua greca rinvenuti in Sicilia, il ‘Decreto A2’ appartenente al gruppo dei celeberrimi ‘Decreti di Entella e Nakone’, con l’intento di ridare vita ad un messaggio di concordia e fratellanza tra popoli lontanissimo nel tempo ma non estinto, anzi quanto mai attuale.
Emanati dalle due antiche città elime di Entella (il sito archeologico oggi in territorio di Contessa Entellina) e Nakone (antico centro ancora oggi non identificato, probabilmente da ricercarsi nella Valle del Belice) e incisi su otto piccole tavolette bronzee (se ne conosce un nono esemplare, ritenuto falso), i ‘Decreti di Entella e Nakone’ appartenevano verosimilmente ad un unico complesso epigrafico che, sulla base dei riferimenti storici menzionati, sembrerebbe databile agli anni della prima guerra punica (264-241 a. C.) o a quelli immediatamente successivi. Le circostanze misteriose del ritrovamento, purtroppo avvenuto per mano dei tombaroli in un momento imprecisabile del secolo scorso, così come quelle molto travagliate del riconoscimento nel mercato delle antichità di illecita provenienza, non consentono di ricostruire la genesi di questi preziosi documenti, che rappresentano oggi una fonte importantissima per la ricostruzione delle vicende storiche della parte occidentale dell’isola in età ellenistica. Tuttavia grazie al lungo e meticoloso lavoro di ricerca dedicato ai decreti dal Professore Giuseppe Nenci, principale studioso - oltre che, in qualche caso, anche artefice del recupero nel mercato antiquario - di questi documenti sin dagli anni Settanta e direttore del Laboratorio di Scienze dell’Antichità della Scuola Normale Superiore dal 1984 al 1999, è stato possibile ricontestualizzarli sia dal punto di vista storico che archeologico.

lunedì 4 aprile 2016



  1.    Oggi al cinema GIO' SOCIAL HOUSE film + aperitivo

 

 









                        




domenica 3 aprile 2016

Panama Papers, 11 mlioni di documenti svelano il paradiso fiscale dei potenti del mondo

Panama Papers, 11 mlioni di documenti svelano il paradiso fiscale dei potenti del mondo

Ci sono i nomi di Putin e Cameron nei file segreti trafugati dalla talpa dello studio legale Mossack Fonseca. Ma anche italiani. Come Luca di Montezemolo. La nuova inchiesta de L'Espresso racconta le strade battute dalle fortune dei ricchi di tutto il mondo per sfuggire al fisco. Grazie alla più grande fuga di notizie di sempre

Leggi l'articolo completo.

Inviato dall'app di Repubblica.it: scaricala gratis da App Store o da Google Play.




Inviato da iPhone di Agostino Sella 

Banchetti e incontri per il referendum del 17 aprile sulle trivelle

Il comitato referendario Stop Trivelle di Piazza Armerina ha realizzato, domenica tre aprile, numerose iniziative per le vie del centro e nei quartieri periferici della città. Il banchetto informativo in Piazza Cascino è stato visitato da molti cittadini che hanno chiesto informazioni sul referendum del 17 aprile, mentre altri attivisti hanno percorso le vie della città con volantini e megafono. "Vogliamo informare la gente -affermano gli attivisti- chiarendo che il voto del 17 aprile può essere utile a imprimere un'accelerazione per le scelte energetiche rinnovabili di questo paese. Vogliamo far comprendere che il mare, dentro le 12 miglia, è praticamente il mare in cui i nostri figli fanno il bagno, il tratto di costa in cui potrebbero nascere tante occasioni di lavoro legate allo sviluppo turistico e balneare. Con le trivelle non si va in questa direzione e sono già compromesse tante attività costiere, come i pescatori di Licata ci hanno ricordato durante l'imponente manifestazione Stop Trivelle del 9 gennaio a Licata. Continueremo la nostra missione informativa perché, in ogni caso, è anche giusto e corretto ribadire che il voto è un diritto-dovere e non un capriccio come qualcuno sta silenziosamente e in malafede facendo credere. Il nostro impegno difende la Costituzione e i diritti del cittadino".

Completati i lavori dell'area camper di Via Giacinto Lo Giudice

Sono stati completati i lavori della costruzione dell'area camper di via Giacinto Lo Giudice. 
"A breve, questa parte della città diventerà un gioiello da consegnare ai nostri concittadini ed all'attenzione dei turisti che visiteranno il nostro centro storico - commenta il vicesindaco Giuseppe Mattia - Questa progettualita', voluta fortemente da quest'amministrazione  rappresenta la voglia di dare riferimenti certi ai turisti a cui necessitano, punti di accoglienza e servizi all'interno della città". 
Il progetto si compone di tre interventi: 1) la costruzione dell'area camper, che darà ospitalità e servizi ai turisti dotati di tali mezzi; 2) il consolidamento delle pendici della via Giacinto Lo Giudice con l'eliminazione  di ogni fenomeno franoso; e 3) la costruzione della scala collegante l'area camper con la Piazza Falcone e Borsellino. Nel comunicato viene sottolineato il grande impegno dell'ufficio tecnico e del suo dirigente che ha condiviso e supportato fin dall'inizio la scelta dell'amministrazione. A questo si aggiunge la costruzione della rotonda e la messa in sicurezza del canale fognario nei pressi della Porta Castellina. 

BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE alla Giò Social House

BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE 


TRAMA: Sin dalla sua rivelazione a Metropolis, quando salva la Terra da una minaccia ma causa molte vittime innocenti, Superman rappresenta un quesito per l'uomo: angelo custode o essere onnipotente impossibile da controllare? Per Batman/Bruce Wayne la presenza dell'Uomo d'Acciaio costituisce un'anomalia e una causa di disgrazie dirette e indirette per l'umanità, qualcosa che deve essere fermato con ogni mezzo.
Il punto di vista è quello del Pipistrello. Un Batman mai così consapevole del proprio ruolo di super-uomo nel senso di miglior rappresentante della razza umana, dove Superman, colui che è letteralmente super-uomo, resta, nel bene e nel male, altro, diverso, alieno.
Doppio spettacolo alle 18.00 in 2D e alle 21.00 in 3D
Giò Social House
Via Garibaldi 63
Piazza Armerina (EN)
Info e prenotazioni: 0935 680410 / 3409353936

Domenico Lucano sindaco Riace classifica Fortune

http://www.today.it/citta/domenico-lucano-sindaco-riace-classifica-fortune.html


Inviato da iPhone di Agostino Sella

giovedì 31 marzo 2016

I comitati dei liberi consorzi chiedono la modifica dei confini territoriali

COMUNICATO STAMPA dei Liberi Consorzi e Città Metropolitane:
ORA NON CI SONO PIÙ SCUSE: GELA, PIAZZA ARMERINA E NISCEMI SUBITO
CON LA CITTÀ METROPOLITANA DI CATANIA!
Ieri all’ARS si è conclusa la discussione del DDL 1070 concernente le modifiche che, il Consiglio Dei Ministri a chiesto alla Regione Siciliana, DDL che ha in parte modificato la LR 15/15 ma, non la sostituisce in toto, come qualcuno auspicava, con la L 56/14 (Legge Del Rio).
Cambia poco nella sostanza per i cittadini, i cambiamenti riguardano perlopiù il mondo politico-partitico. Sarà quindi possibile per i Sindaci che hanno meno di 18 mesi di mandato, potersi candidare alla guida dell’ente intermedio, le elezioni di secondo livello terranno conto del “peso” demografico dei comuni, perdurano i commissariamenti sino a settembre, resta confermata invece l’elezione di II livello per i sindaci metropolitani.
La cosa che viene sottaciuta che invece noi riteniamo la più importante è il passaggio territoriale dei comuni di Gela e Niscemi, che dal Libero Consorzio di Caltanissetta hanno deciso di migrare alla Città Metropolitana di Catania, Piazza Armerina che dal Libero Consorzio di Enna ha deciso di migrare alla Città Metropolitana di Catania e Licodia Eubea che, dalla Città Metropolitana di Catania ha deciso di migrare al Libero Consorzio di Ragusa.

Chi sono

Qualcuno, di cui non ho molta stima, mi chiama "Architetto di Dio". La cosa, però, mi piace. Dicono che sono un architetto eclettico ed un pò anomalo. Il mio lavoro è a metà tra i restauri ed il turismo. Sono cooperatore salesiano e amo Don Bosco. Sono sposato con Cinzia che amo. Abbiamo tre figli, Gabriele Samuele e Gaia. Se vuoi scrivermi ecco la mail architettodidio@gmail.com


___________


"Il senso di inquietudine mi insegue sempre e quando mi pare di aver colto una certezza ricado nell'assoluto smarrimento. Mi chiedo: sono al posto giusto, al momento giusto? Boh! che casino è la VITA e quanto doloroso è questo cammino di scoperta dell'Assoluto che c'è in noi!"

TUTTI GLI ARTICOLI